Lo sviluppo metrico della pedalata

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Lo sviluppo metrico della pedalata

Messaggio  mimmo il Lun 07 Dic 2009, 01:40

Spesso si dice che i classici 27 rapporti di una trasmissione sono teorici e che in pratica sono molti di meno.
Questo si verifica per il fatto che lo sviluppo metrico della pedalata è funzione del rapporto dei denti di corona e pignone e che tale rapporto si ripete più volte cambiando marcia.

Ma cos'è lo sviluppo metrico della pedalata?

E' la distanza percorsa da una bici in seguito ad una pedalata.

Ovviamente tale distanza è influenzata da due fattori, uno variabile (il rapporto) e uno fisso (la circonferenza della ruota.


Il rapporto

Vi siete mai chiesti perché si usa questo termine per indicare le marce della bici?
Perché ad influenzare la pedalata è proprio il rapporto tra i denti della corona anteriore e quelli del pignone posteriore.


La circonferenza della ruota

E' la misura linearizzata della parte più esterna del copertone.
Per ottenere la misura precisa basta portare in basso la valvola della ruota posteriore e in corrispondenza di un segno prefissato (p.e. la linea di una mattonella); far scorrere completamente la ruota finchè la valvola torna giù, segnare il punto e misurare.
Altro metodo: segnare con un dito bagnato un punto del copertone posteriore e far andare la bici finché per terra appaiono due punti bagnati, misurare la distanza tra i due punti.
Per prendere la misura precisa bisognerebbe gonfiare le ruote al livello ottimale e percorre la distanza pedalando.
Per una ruota da MTB (26") tale distanza è di circa 2 metri.

Quindi la formula per il calcolo è:

SMP = (DC / DP) X CR

Dove:
SMP = sviluppo metrico della pedalata
DC = numero dei denti della corona in uso
DP = numero dei denti del pignone in uso
CR = circonferenza ruota posteriore

Analizziamo la formula:
ci sono due variabili e una costante.
Il numero di denti della corona è direttamente proporzionale allo sviluppo metrico della pedalata (non a caso la corona anteriore si chiama anche moltiplica), mentre il numero di denti del pignone è inversamente proporzionale.
Il che vuol dire che più denti ha la corona e più distanza percorre la bici a parità di numero di pedalate (prop. diretta), mentre più denti ha il pignone e meno distanza percorre la bici (prop. inversa).
Questo porta alla semplice considerazione che ormai tutti abbiamo acquisito:
più grande è la corona (o più piccolo è il pignone) più dura è la pedalata;
più piccola è la corona (o più grande è il pignone) più leggera è la pedalata.



Esempi (ipotizzando una ruota con circonferenza pari a 2 metri):

44 / 11 => 8 metri
32 / 11 => 5,8 metri
32 / 32 => 2 metri
22 / 32 => 1,38 metri

ecc. ecc.
avatar
mimmo
Cazzaro
Cazzaro

Messaggi : 5831
Data d'iscrizione : 20.09.09
Età : 58
Località : RM

http://noebelo.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum